“U pastizz rtunnar”: Il calzone ripieno tipico di Rotondella

Il calzone di Rotondella, o meglio “U pastizz rtunnar” è uno dei tanti prodotti tipici lucani che merita di essere assaggiato almeno una volta nella propria vita. La sua storia è secolare: la popolazione rotondellese infatti lo preparava già a cavallo fra il 1700 e il 1800, ma esclusivamente in occasioni particolari durante l’anno, come la Pasqua, la festa della Santa Maria d’Anglona e dopo l’uccisione del maiale.

pastizz di rotondella

Questo favoloso calzone è ripieno di carne, a volte aromatizzata. Vengono utilizzate alcune parti di carne suina, disposte proporzionalmente per creare il giusto mix di sapori. Il ripieno è composto di carne suina scelta e tagliata a piccoli pezzetti al quale poi viene aggiunto sale e altri ingredienti quali: uova, formaggio, prezzemolo triturato, pepe ed un goccio d’olio, tutto disposto proporzionalmente per creare il giusto mix di sapori.

La pasta invece è composta da farina di grano duro, acqua, sale e una parte di sugna, ovvero strutto. La si impasta e la si fa riposare per circa un’ora, dopo di che viene stesa con un matterello a forma di dischi dal diametro di circa 20 centimetri. Questi dischi vengono poi riempiti con il ripieno composto in precedenza e chiusi, lavorando sui bordi e infine bucherellati sul dorso con una forchetta. Infine viene spennellato con l’uovo sbattuto e infornato a 180 °C nel forno a legna finchè non ottiene un bel colore giallo-bruno con riflessi dorati.

Il marchio “U pastizz rtunnar” risulta depositato presso la Camera di Commercio di Matera, e dal 2013 viene degustato durante una sagra a se dedicata, a Rotondella.

Check Also

Frizzuli con la mollica

Oggi vi farò vedere come preparare un bellissimo e gustosissimo formato di pasta, i maccheroni ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *