Spiaggia di Cersuta: la seconda località balneare più bella in Italia

Cersuta:spiaggia più visitata in basilicata

Maratea, la “Perla” del Tirreno, é considerata un paradiso naturale e rappresenta uno dei più importanti tesori paesaggistici che è possibile ammirare sulla riva tirrenica della Basilicata. I suoi 32 affascinanti chilometri di costa sono caratterizzati da piccole spiagge delimitate dall’azzurro del mare e dal verde della macchia mediterranea, dando vita a splendide località balneari: la più suggestiva è Cersuta.

Location irrinunciabile per chi ama rilassarsi al sole, immergersi in fondali marini profondi e limpidi. 

La spiaggia di Cersuta si trova in direzione Nord al confine con la Campania. Sorge proprio di fronte al Mare Tirreno e prende il suo nome dalla parola “cersa” che sta a significare quercia. Altre piccole spiaggette compongono la Cersuta, tra quelle da non perdere vi sono: Rena d’a Carruba, Renicedda e Renu d’u nastru.

Rena d’a Carrubba (sabbia del carrubbo) è una piccola spiaggia, situata a nord dell’abitato di Cersuta, raggiungibile solo dal mare. Nei suoi pressi si trova una bellissima grotta, ricca di conche.

Renicedda (piccola sabbia) è chiamata anche spiaggia di Capo la Nave o cala d’i Africi, si trova sotto l’abitato di Cersuta. Anch’essa è una piccola ma magica piaggia.

Rena d’u Nastru (sabbia del nastro) è una spiaggia ampia, caratterizzata da una sabbia molto scura, situata sotto la torre Apprezzami l’Asino. Si è formata nel 1894, dal materiale di risulta dei lavori ferroviari.

Non si può raccontare il senso di libertà di una passeggiata lungo le spiagge che incontrando la luce del sole creano giochi luminosi e fiabeschi, bisogna viverlo!!

Check Also

Bandiera Blu 2018: la Basilicata ne ottiene 4

Bandiera Blu assegnata in Basilicata a Policoro Maratea, Nova Siri e Metaponto La Bandiera Blu è ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *